SMI e Dynatrace per il controllo, centralizzazione e semplificazione del cloud aziendale

Controllo, centralizzazione e semplificazione sono le parole che ci uniscono a Dynatrace nella partnership che stringiamo insieme a loro attraverso il percorso di trasformazione digitale che riserviamo ai nostri clienti che sono per noi la cosa fondamentale.

Un po’ come la nostra Younified Platform, che semplifica e centralizza il lavoro quotidiano dei nostri clienti: la piattaforma Dynatrace è la soluzione ideale per garantire una eccellente osservabilità dei moderni ambienti IT basati su cloud ibridi e multicloud e semplificare il lavoro dei team di Operations.

Piattaforme sempre più complesse stanno mettendo sotto sforzo i reparti IT e le applicazioni sono distribuite su centinaia o persino migliaia di microservizi che sono ospitati su varie versioni di infrastrutture cloud o ibride stanno mettendo a dura prova i reparti IT.

La necessità quindi di semplificare e centralizzare sono gli imperativi per restare competitivi rispetto ai concorrenti, spesso si infrange contro il muro delle scarse risorse disponibili all’IT.

Dynatrace si pone, quindi, come una piattaforma di software intelligence all-in-one che semplifica la complessità del cloud aziendale e accelera la trasformazione digitale. Al centro della soluzione c’è Davis, il motore di intelligenza artificiale che fornisce risposte chiare sulle prestazioni delle applicazioni, sull’infrastruttura sottostante e sull’esperienza d’uso degli utenti finali, e che permette di automatizzare numerosi processi che drenano risorse ai gruppi operativi.

Non potevamo che essere noi i migliori a supportare questo tipo di tecnologia che sposa esattamente la nostra politica verso esattamente gli stessi nostri obiettivi finali.

SMI in partnership con WatchGuard per la totale sicurezza informatica

Creare soluzioni IT che siano facili da implementare e da gestire è una nostra priorità. Nelle partnership che stringiamo cerchiamo aziende con lo stesso approccio, per questo abbiamo scelto WatchGuard come partner di SMI. Da 25 anni, WatchGuard è pioniere della tecnologia per la sicurezza informatica all’avanguardia e consente a oltre 250.000 piccole e medie imprese in tutto il mondo di proteggere le loro risorse più importanti. Monitoraggio, visibilità e reportistica sulla salute dell’infrastruttura IT, una protezione multi-strato completa per reti, utenti, host e applicazioni e una semplicità di gestione senza precedenti: questi i punti di forza della Piattaforma di Sicurezza Unificata di Watchguard che, grazie alla nostra collaborazione, offriamo anche ai clienti SMI.

Il supporto del canale commerciale di WatchGuard sia in fase pre che post-vendita, ha aiutato SMI a formarsi innanzitutto in ambito tecnico, dando modo di comprendere in fase iniziale le potenzialità di tutti i prodotti WatchGuard; poi rafforzando la rete vendite attraverso la formazione di commerciali specializzati in ambito cybersecurity, strutturandosi ed ampliando il proprio team.

La presenza di WatchGuard sul territorio italiano ha dato un forte contribuito all’evoluzione di questa partnership, grazie al confronto continuo con interlocutori, sia tecnici che commerciali, con cui poter interfacciarsi in modo diretto e costante, aspetto fondamentale di fronte alla necessità di trovare soluzioni a problematiche complesse come quelle derivanti dal vasto mondo della sicurezza informatica.

“La partnership con WatchGuard” ha dichiarato Daniele Chitarrini, Operations Director di SMI, “significa per la nostra azienda poter contare su un team altamente certificato in grado di garantire elevati standard di qualità dei servizi offerti”.

SMI ti presenta IRION. La soluzione per il Data Management

Il Data Management è la lettura e l’interpretazione dei dati finalizzati alle esigenze dell’azienda: un servizio essenziale per essere competitivi sul mercato. Ma non è facile gestire e interpretare correttamente i dati: noi di SMI lo sappiamo bene, per questo abbiamo scelto Irion EDM.

SMI arricchirà la sua offerta grazie all’approccio innovativo della piattaforma Irion EDM al Data Management, che permette di governare le complessità delle fonti per l’Information Technology e far emergere il valore di business dei dati aziendali. 

Grazie a questa intesa, SMI fornirà ai propri clienti un approccio moderno a tutte le esigenze di gestione, riconciliazione e valorizzazione dei dati presenti in azienda tra diversi applicativi, ERP e sistemi gestionali.

L’integrazione dei prodotti Irion nella propria Younified Platform consente un più efficiente adeguamento delle funzionalità alle esigenze di business del cliente in termini di tempi e costi aumentando di molto il valore implicito e percepito della Younified Platform stessa.

Siglano la partnership il CEO di Irion Alberto Scavino e Cesare Pizzuto CEO di SMI Technologies and Consulting.

Alberto Scavino “Siamo lieti che SMI Technologies and Consulting abbia scelto di investire nella nostra tecnologia di Enterprise Data Management per aiutare le aziende a valorizzare il proprio patrimonio informativo”. “Passione e curiosità sono tra i nostri valori condivisi, assieme alla volontà di supportare con tecnologie innovative settori come la Pubblica Amministrazione e in parte il mercato PMI, nonché creare un ecosistema per la crescita sostenibile: cerchiamo partner di lungo periodo, che vogliano investire in competenze e metterle a frutto sul mercato”.

Cesare Pizzuto – “La qualità dei dati è una caratteristica essenziale che determina l’affidabilità di ogni processo. Il dato è la fonte energetica del futuro, la materia prima su cui si baseranno le economie, essere in grado di gestirla, analizzarla e renderla fruibile in modo sicuro e qualitativo e la sfida vera che si pone nel prossimo immediato futuro.
La scelta di Irion come partner è, per noi, garanza di sviluppo, grazie alla loro expertise, alle loro capacità ed alla conoscenza del dominio. Crescere insieme a Irion è un privilegio.”

#namuh_2022

Il nostro YOUniverse si popola di animali fantastici.

Non siamo più soli a vivere questo mondo, ma siamo in compagnia di esseri che rappresentano al meglio la nostra voglia di abitarlo insieme. E in questo percorso lungo un anno, ve li presenteremo uno a uno: i loro vizi, le loro virtù e le peculiarità che rappresentano la loro genesi.

In questo viaggio a metà strada fra il sogno e la realtà, conoscerete gli usi, i costumi e gli abitanti del nostro YOUuniverse.

Allacciate le cinture. E godetevi il paesaggio.

DLGS 231-2001

LEGGI IL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX. D. LGS 231-2001

Le comunicazioni/segnalazioni verso l’OdV dovranno essere inviate al seguente indirizzo email: odv@smi-cons.it

Si rammenta, infine, che, ai sensi delle previsioni di cui al D.Lgs. 231/01 e della Legge 179/17, i segnalanti sono garantiti contro qualsiasi forma di ritorsione, discriminazione o penalizzazione e, in ogni caso, viene assicurata la riservatezza dell’identità e del contenuto della segnalazione.

“Insieme” è la parola-guida di SMI per Dicembre

È strano, ma se penso alla parola “insieme”, il primo ricordo che mi viene in mente è sia personale che lavorativo. Parlo del colloquio che ho sostenuto per entrare in SMI.

Farò una confessione: essendo il mio primo lavoro “serio” ero molto agitata e ho chiesto ad una persona a me molto cara di accompagnarmi fino alla sede. È venuta sia al primo che al secondo colloquio, forse mi ha anche portato un po’ di fortuna!

È stato un episodio significativo per me, perché alla fine stavo facendo una grande cosa da sola, ma in realtà ero insieme a qualcuno. Il mio primo sguardo a SMI è stato in qualche modo condiviso. Non tanto i momenti pre-colloquio, ma quelli seguenti: l’aspetto più bello è stato avere una persona con cui condividere come fossero andati quei due incontri, le impressioni, le speranze…

Con il senno di poi mi rendo conto che ho cominciato il mio percorso in SMI insieme a qualcuno, ma che l’ho anche poi continuato! Soprattutto per il mio team, “insieme” è una parola che ci rispecchia molto. D’altronde, lavorare su un progetto nuovo, essere tutti sullo stesso piano ed impegnarsi per un obiettivo comune è di vitale importanza. 

Il programma di cui mi occupo è iniziato a fine agosto 2021, avevamo delle basi da cui partire, certo, ma piano piano ci siamo tutti tirati su le maniche nello stesso momento e abbiamo cominciato a costruire. Avere l’opportunità lavorare in presenza ha fatto la differenza, farlo da casa non sarebbe stato lo stesso.

Da noi in SMI lo spirito di squadra è molto sentito, anche gli altri team dell’azienda sono tutti molto affiatati. D’altronde anche i manager ci invitano continuamente a fare “gruppo”. Lavorare fianco a fianco, andare tutti verso la stessa direzione, questo significa lavorare in SMI. Ed è per questo che da quando lavoro qui la parola “insieme” ha cominciato ad avere per me un significato diverso.

Beatrice Lepri

SMI Technology Partner di Social Football Summit e Esports Summit


Il nostro mese di novembre è stato all’insegna delle collaborazioni. Un mese impegnato, sì, ma per lo stesso motivo, anche estremamente movimentato ed eccezionale: l’Esports Summit prima, e il Social Football Summit poi, siamo stati Technology Partner di due degli eventi più stimolanti delle ultime settimane nella Capitale. 

Il 15 e il 16 novembre, allo Stadio Olimpico di Roma, abbiamo partecipato al #SFS21, l’unico evento dedicato alla formazione e al networking sul Digital Marketing nella football industry.

Al #SFS21 abbiamo: partecipato a panel su brand strategy e positioning cogliendo spunti interessanti dalle strategie digital di colossi come Facebook, Google, Tik Tok, abbiamo incontrato tanti amici e partner esplorando l’Olimpico e siamo stati ospiti della prestigiosa serata per il Football Summit Award al Chiostro del Bramante. 

Essere partner del Summit ci ha dato la chance di cogliere opportunità interessantissime, confermando il connubio vincente tra Tecnologia e Football industry.

Il 17 e il 18 novembre siamo tornati nuovamente all’Olimpico, questa volta per l’Esports Summit 2021. 

Realizzata dai nostri Mkers, la manifestazione ha visto decine di dibattiti su argomenti legati ai più innovativi metodi di gioco, organizzazione dei team, inclusione e competitività. Tra i panel organizzati anche “Esports and sustainability, the new meeting point: gaming house and esports bar”, durante il quale si è parlato della Gaming House di Mkers e Mercedes-Benz Italia che abbiamo contribuito ad implementare lato infrastruttura tecnologica.

All’#ES21 abbiamo scoperto le ultimissime novità sulle piattaforme gaming immersive, sulle tecniche più efficaci per informare e creare una conversazione su un determinato tema  sui canali social e su come avvicinare nuove audience ai Brand grazie agli esports.

Sostenere due eventi incentrati su digital marketing e tecnologia è stata per noi una scelta naturale. Essere Partner di due manifestazioni che per di più che per di più credono fortemente nel potenziale degli sport elettronici e nell’importanza del senso di squadra, un passo imprescindibile.

“Sorrisi” è la parola-guida di SMI per Novembre

Quando mi hanno detto che questa sarebbe stata la mia parola del mese mi sono entusiasmata moltissimo. Non è un caso sia capitata proprio a me: “sorriso” è letteralmente la mia parola! Mi assomiglia. In più è il complemento perfetto a tutte le parole che sono venute prima. Cosa sarebbe il coraggio senza un sorriso? O un abbraccio? O un viaggio? Per questo mi piace così tanto, perché è un valore aggiunto a qualsiasi situazione.

Un sorriso viene compreso da tutti, non a caso è uno delle prime espressioni che l’essere umano fa! È come respirare, è un gesto ancestrale, una forma di comunicazione universale. Non conosci il babilonese? Fa lo stesso! Sorridi e vedrai che il tuo messaggio passerà comunque.

Il primo sorriso che ogni mattina faccio è quello davanti allo specchio ed è dedicato a me. Mi ci è voluto parecchio tempo per imparare a farlo, e ho lavorato molto su questa carezza mattutina. Ora sono orgogliosa dell’essere umano che sono, so volermi bene anche e soprattutto attraverso i sorrisi che mi regalo.

L’aspetto che preferisco del sorriso è che è un blob, è virale. Si presenta attraverso varie forme e lo abbiamo capito soprattutto negli ultimi anni. Traspare dagli occhi… quante volte ci siamo ritrovati ad indovinare un sorriso sotto la mascherina? Si insinua anche nella voce, però! Si capisce se una persona sta sorridendo anche al telefono, dalle vibrazioni che emana quando parla.

Da noi in SMI lo diciamo spesso: “se puoi farlo, fallo con un sorriso!”. Tra colleghi, nonostante la distanza, ogni tanto ci si sente anche solo per regalarci un momento di leggerezza. C’è poco da fare, il sorriso è terapeutico!

Lo so bene io che per canzone preferita ho “Smile” di Charlie Chaplin. A Natale la metto anche al posto di Jingle Bells. Quando la ascolto ovviamente sorrido, ma quello che sento va al di là di quello che succede sul mio volto, è più l’emozione del sorriso in sé, è come se sorridessi sotto pelle

Laura Bresolin

“Coraggio” è la parola-guida di SMI per Ottobre

Quando si parla di coraggio di solito vengono in mente situazioni rischiose, persone proattive che amano contesti sfidanti. Io in passato non mi vedevo di certo così: al contrario, ero convinta di essere una persona piuttosto fragile, di avere un forte bisogno di protezione, non mi sentivo assolutamente coraggiosa. Poi però è successo che la vita, senza chiedere il permesso, mi ha messo davanti a delle situazioni difficili che mi sono ritrovata a dover affrontare da sola. È lì che mi sono resa conto che il coraggio non mi mancava per niente.

Cosa è quindi per me il coraggio? Nella mia esperienza, essere coraggiosi non significa tanto amare il rischio quanto avere fiducia, nelle proprie risorse e nella vita: non tirarsi indietro di fronte alle difficoltà, sperimentarsi con la convinzione che anche una eventuale caduta non sia un fallimento ma una opportunità per imparare qualcosa di nuovo.

Se ripenso a qualcosa di coraggioso che ho fatto di recente mi vengono in mente un lavoro e un viaggio.

Il lavoro è quello attuale, come Supervisor all’interno del Service Desk di SMI. Sono entrata in azienda a 50 anni e per me è stata una grandissima opportunità per rimettermi in gioco; al tempo stesso ci è voluto del coraggio per ripropormi quando ormai ero una persona fatta e ricominciare in un contesto del tutto nuovo.

Il viaggio è invece quello che ho fatto nell’estate del 2019 sulla costa orientale degli Stati Uniti. Ero stata invitata al matrimonio di una cugina in quella zona; ho affittato un’auto e organizzato un tour di 20 giorni tra Washington, New York City, Philadelphia, Boston, Pittsburgh, le cascate del Niagara… la parte coraggiosa del tour? Ero sola con i miei 3 figli adolescenti. Vi lascio immaginare il livello di organizzazione necessario: se non è coraggio questo… Naturalmente è stato uno dei viaggi più belli che abbia mai fatto!

Maria Chiara Fibbi