#savetheevent_luglio2022

Il 7 Luglio 2022 avremo il piacere di ospitare, presso la nostra sede il Data Management Summit.

Un vertice fondamentale per CiO, CTO, CDO, System Director, Data Scientist per condividere esperienze e casi d’uso, risolvere le nuove sfide tecnologiche e allinearsi alle nuove opportunità di business.

Organizzato con il patrocinio di partner importanti come Gruppo SCAI, IBM, Irion, Denodo, SoftPI, AboutDataGovernance, il DMS è un’opportunità di crescita, un ambiente in cui tutti sono attori della manifestazione, nessuno escluso.

Durante la giornata, infatti, i partecipanti avranno l’opportunità di assistere a speeches e partecipare a tavole rotonde e gruppi dinamici.

Tra gli speech segnaliamo quello di Francesco Bonfigliodi Gaia-X, Marco Rotoloni di ABI Lab e Federico Tocci di BNL BNP Paribas.

Le Tavole rotonde di questa edizione saranno invece 4:

  1. Open Banking e Data Governance: facilitata da Sofia D’Alessandro (Intesa Sanpaolo) con Federico Tocci (BNL BNP Paribas), Leonardo Maria Rosa (Banco BPM), Giancarlo Esposito (Intesa Sanpaolo), Marco Rotoloni, Stefano Mino (About Data Governance)
  2. OpenData e PA: facilitata da Gigi Beltrame con Francesco Bonfiglio. Andrea Zinno (Denodo), Francesco Spagnoli (Irion), Francesca De Chiara, Stefano Epifani (Sapienza Università di Roma), Antonio Rotundo (Agid)
  3. Data Fabric vs Data Mesh: facilitata da Mauro Tuvo (Irion) con Andrea Zinno, Andrea Saroli (TIBCO), Maria Costanzo (Oracle)
  4. Data Quality: facilitata da Simona Di Felice (Gruppo SCAI) con Franco Pigoli (Porini), Domenico Natale (Uninfo).

Sarà una giornata impegnativa e densa di interventi ma che, siamo certi, riuscirà, anche quest’anno, a porsi come la migliore esperienza di apprendimento e condivisione in materia di data governance.

#SMIPeople Francesca Ribaudo

Io ho sempre fatto parlare il corpo.

Inizio come ginnasta: da Torino a Roma, sempre in palestra, fino ai 15 anni.

A 17 scopro che dietro casa c’era una scuola di circo che faceva animazione.

Mi sono detta: proviamo.

Avevo già un lavoro, ma scelgo di cambiare per essere felice.

Mi piaceva alzarmi la mattina con l’idea che avrei regalato un po’ di magia ai bambini, tra trapezi, tessuti, equilibrismo e giocoleria.

A un certo punto riprendo pure ad allenarmi e a esibirmi negli spettacoli.

Ma poi la vita è quella cosa che capita mentre tu sei presa a fare altri progetti.

A 24 anni rimango incinta di Iris.

Cambia tutto: le priorità, le necessità, il corpo.

È così che nella mia vita entra SMI, praticamente insieme a mia figlia.

Avevo bisogno di un lavoro che mi permettesse di stare con lei.

Non avevo paragoni con altre imprese e mi chiedevo: cosa può fare Francesca, quale potrebbe essere il suo ruolo in un’azienda?

Poi qui l’ho capito.

Io sono una che non è mai stata accompagnata nel percorso della vita, ho sempre intrapreso strade da sola e verificato, camminando, se la direzione fosse giusta.

Ho scoperto che quello che amo fare è aiutare le persone che mi sono intorno, in qualsiasi modo.

Mi piace essere parte di un gruppo, agevolare il lavoro degli altri.

Penso al mio ruolo in SMI come all’olio che lubrifica gli ingranaggi di un motore: cerco di fare del mio meglio per aiutare i colleghi e le colleghe attraverso una segreteria organizzata ed efficiente.

Siamo una squadra e ognuno ha il suo ruolo in campo.

Ora so che anche io posso giocare il mio.

FRANCESCA RIBAUDO

Il delphinus lapis abita nell’Ufficio Gare

Gli piace saltare tra le onde di fogli e nuotare veloce per vedere chi arriva primo. 
Non c’è ostacolo che lo fermi: dalla formulazione dell’offerta, alla selezione e aggiudicazione della gara, fino alla stipula del contratto. 

Non a caso il nostro animale fantastico rappresenta una delle funzioni più delicate di SMI: occorre destrezza e capacità per destreggiarsi nell’intricato groviglio delle procedure d’appalto, dall’individuazione di quale gara selezionare alla gestione. 

Buon mare Delphinus Lapis, portaci più lontano che puoi 

Open Day SMI – 10 giugno 2022

Il 10 Giugno SMI ha aperto nuovamente le sue porte per un’occasione di confronto e condivisione con clienti, partner e aziende.

Una giornata nata dalla collaborazione con i brand Cisco, DataCore, Delinea, Dynatrace, Irion, Lenovo, Nutanix, Oracle, SAS e WatchGuard.

Abbiamo voluto dar concretezza all’idea con cui è nata SMI: fare impresa insieme, con tutti gli attori sul mercato.

Crediamo che sia possibile passare dalla parola competizione alla parola cooperazione, creando valore e sì, pure profitto.

Questa sede, così grande, è stata scelta proprio per questo, come le scarpe che si comprano ai bambini di una misura in più, “in crescita”: noi vogliamo mettere a disposizione il nostro spazio, la nostra competenza interna per sviluppare mercato insieme.

Durante questo primo incontro dedicato alla Service Integration, siamo voluti scendere dal “palco” e dare voce ai brand e alle imprese, per dare loro modo di farsi conoscere e creare relazioni che, come dice l’etimo, vuol dire stabilire legami.

L’uomo è per sua natura un animale che vive dentro le relazioni, al di fuori non sopravvive. Ha bisogno di legami per evolvere, per nutrire la conoscenza e generare valore.

Ecco, questo è il senso del nostro primo 10 giugno: da qui in poi, faremo in modo che ce ne saranno molti altri ancora.

Grazie a tutti e a ciascuno: la vostra presenza ha reso il nostro Youniverse un posto ancora più bello da abitare.

Andrea Castellano, Secure Leader Regional Sales – Cisco

“Un tema sempre attuale è quello delle competenze. Cerchiamo di attrarre talenti sul mercato, lavorando con università e centri di ricerca e le università. Crediamo molto nel concetto di ecosistema” 

Massimo Palazzetti, Senior Solution Architect – DataCore

“Siamo nati nel 1998, siamo dei pionieri. Questo ha portato a sviluppare tecnologie che hanno portato alte performance. La tecnologia hardware la decide il cliente, noi mettiamo l’intelligenza del software”

Nicola D’Ottavio, Partner Alliances Manager Italy & Med – Delinea

“Ci occupiamo di tutto ciò che ha a che fare con l’accesso privilegiato alla rete. Zero trust è un’abitudine che nel nostro mercato si usa spesso” 

Alessio Tozzini, Account Executive – Dynatrace

“La pandemia ha cambiato le nostre aspettative e il livello di sopportazione verso i canali digitali. Il cloud introduce delle complessità e permette di avere un monitoraggio. La sicurezza è una responsabilità condivisa”

Alessandro Lepore, Channel Sales Representative – Lenovo

“SMI è importante perché per noi è un’azienda strutturata che permette all’elefante, ovvero alla grande azienda, di camminare. Rappresenta la forza per stare vicino al cliente in modo smart e competente”

Pasquale Potenza, Sales Manager Italy – Nutanix

“La tecnologia può ridisegnare l’assetto aziendale. Il cloud ideale non esiste, dipende dai dati che vengono gestiti. Ci sono clienti con dati sensibili ma non è semplice convincerli a portarli nel cloud” 

Manuela Polcaro, Technology Business Development Manager – Oracle

“Il dato arriva da varie fonti. Le aziende devono comprendere che il dato ha valore. Per la sicurezza del dato, Oracle ha inserito soluzioni di sicurezza già sul cloud”

Gioacchino D’Amore, Channel Account Manager Southern Italy – Watchguard

“La parola chiave è sicurezza. La rete deve essere protetta in maniera costante.

Oggi la password non è più sufficiente, occorre qualcosa che certifichi chi sta compiendo quell’operazione”

CLICCA QUI PER VEDERE LA GALLERIA FOTOGRAFICA

#savetheevent – Open Day 10 Giugno

Appuntamento il 10 giugno per il primo Open Day di SMI dedicato alla Service Integration. Un evento realizzato in collaborazione con Cisco, Datacore, Delinea, Dynatrace, Irion, Lenovo, Nutanix, Oracle, SAS, WatchGuard, che mette al centro le imprese in un percorso di consulenza personalizzato. 

In programma una sessione plenaria moderata da Marco Maria Lorusso, meglio conosciuto come Sergente Lorusso seguita da incontri One2One tenute dai consulenti SMI supportati dai partner tecnologici selezionati in un’occasione di confronto sulle diverse problematiche che i CIO affrontano ogni giorno. Condivisione, progettualità e networking in una formula che offre la possibilità di tornare faccia a faccia dopo due anni di incontri digitali e connessioni da remoto.

L’obiettivo principale è quello di raccontare soluzioni tecnologiche che rispondano alle reali esigenze di chi ascolta, parlando di digitale come esperienza di utilizzo, in ottica di quelle flessibilità e scalabilità indispensabili oggi alle imprese di ogni forma e dimensione.

Facebook: https://www.facebook.com/MarcoMariaLorusso
LinkedIn: https://www.linkedin.com/company/sergente-lorusso-srl/
Instagram: https://www.instagram.com/sergentelorusso.it/
Sito: https://www.sergentelorusso.it/fbclid=IwAR0xjrUPWK1nmrozZv5NOt3JPqA_jI2vOUjJlqFK4q9pEWQdMobBMn25jvI

Ethical Hacker 28 maggio 2022

L’Ethical Hacker è un esperto in sicurezza informatica, ingaggiato dalle aziende, il cui compito è attuare attacchi alle infrastrutture di rete, utilizzando le stesse tecniche e gli stessi strumenti di attori malevoli, ma allo scopo di migliorare la sicurezza complessiva del contesto preso in esame.

Gli Ethical Hacker padroneggiano gli stessi strumenti utilizzati dagli hackers e considerano la sicurezza dal punto di vista dell’attaccante.
Più nello specifico, l’Ethical Hacker simula attacchi al sistema informatico dell’azienda di riferimento al fine di individuare eventuali falle.
Per vincere le battaglie della sicurezza è necessario comprendere il mondo degli hacker anzi, essere un Hacker: un Ethical Hacker.
Il 28 Maggio, nella sede di SMI, si è tenuto il corso “Ethical Hacker: una vita tra attacco e difesa”, dove aspiranti esperti di sicurezza informatica hanno imparato che la migliore difesa, è l’attacco.
Gli esperti in sicurezza informatica sono dunque asset fondamentali nell’arsenale aziendale per assicurare la protezione del know-how e più in generale di tutti i dati sensibili.

CLICCA QUI PER LA GALLERIA FOTOGRAFICA

#SMIPeople Ilaria Andolfi

Sono da sempre una persona dai mille interessi, curiosa di natura ed affamata di esperienze.

Le mie tre più grandi passioni sono i viaggi, le moto e la musica.

Adoro viaggiare perché apre la mente e la dà forma. Quando posso mi ritaglio anche solo un paio di giorni e salto su un aereo alla scoperta di nuovi luoghi, idiomi, paesaggi e tradizioni. Niente di troppo organizzato, solo tanta curiosità e voglia di conoscere il mondo.
La moto rappresenta l’estensione della mia anima, il mio amore per la libertà e per la natura. Adoro salire in sella, attraversare paesaggi pieni di verde e percepire il vento che mi sfiora, liberandomi da ogni preoccupazione.

In fine lei, la mia compagna quotidiana, la musica. Se avessi un tema musicale per ogni volta che entro in una stanza sarebbe senz’altro una  “musica leggera”, anzi… leggerissima!

In SMI ho trovato fin da subito un luogo dove poter essere me stessa, con le mie passioni e la mia allegria e lo si capisce subito, ascoltando le melodie che provengono dal mio ufficio.

Ricordo il mio arrivo in SMI. Qualche giorno dopo essere stata sottoposta al primo colloquio con l’attuale CEO, Cesare Pizzuto, in un open space quasi totalmente vuoto a Commercity, sede dei nostri primi uffici, ero già, insieme agli ormai storici colleghi, a montare scrivanie e comporre cassettiere.
Mi sono sentita subito accolta e coinvolta, parte di un qualcosa più grande di me; Ho percepito sin da quel momento la sensazione della “squadra” che si stava plasmando sotto i miei occhi, dove anche i vertici erano lì, in quello spazio colmo solo di collaborazione e voglia di decollare, con un obiettivo comune e tanti sogni e speranze.

In SMI mi occupo della gestione operativa dei processi relativi al ciclo produttivo dell’Ufficio Risorse Umane. 

Trovo che il mio ruolo, ed in generale quello del nostro team (capitanato dalla preziosa responsabile Simona e con l’importante supporto dei colleghi della sede di Bassano del Grappa), debba rappresentare un valore aggiunto per l’azienda, ma soprattutto per le risorse che scelgono di affidare e confidare a noi le proprie esperienze, le conoscenze, i dubbi ed i timori.

Amo il mio lavoro. C’è sempre qualcosa di nuovo da apprendere, sul quale aggiornarsi, e dal quale ricavare insegnamenti per la propria crescita personale e professionale.

Il mio percorso in SMI, con l’approdo nel settore specifico delle Risorse Umane, ha fatto sì che negli anni abbia potuto imparare molto, sia da chi mi circonda, che dai miei stessi dubbi, dagli errori e dalle esperienze.


Ricordo che eravamo ancora pochissimi in azienda quando, con la complicità della mia responsabile, portai in ufficio un orso gigante di peluche, che decidemmo di adottare come “mascotte SMI per un giorno”… dovreste vedere la faccia di Cesare, attuale CEO, quando lo vide seduto dietro una scrivania… con la zampa sul mouse!! 
L’ilarità di quel momento, così apparentemente infantile e semplice, rappresenta per me, ancora oggi, lo spirito di SMI… i sorrisi e la complicità della nostra grande squadra.

– Ilaria

SMI e Dynatrace per il controllo, centralizzazione e semplificazione del cloud aziendale

Controllo, centralizzazione e semplificazione sono le parole che ci uniscono a Dynatrace nella partnership che stringiamo insieme a loro attraverso il percorso di trasformazione digitale che riserviamo ai nostri clienti che sono per noi la cosa fondamentale.

Un po’ come la nostra Younified Platform, che semplifica e centralizza il lavoro quotidiano dei nostri clienti: la piattaforma Dynatrace è la soluzione ideale per garantire una eccellente osservabilità dei moderni ambienti IT basati su cloud ibridi e multicloud e semplificare il lavoro dei team di Operations.

Piattaforme sempre più complesse stanno mettendo sotto sforzo i reparti IT e le applicazioni sono distribuite su centinaia o persino migliaia di microservizi che sono ospitati su varie versioni di infrastrutture cloud o ibride stanno mettendo a dura prova i reparti IT.

La necessità quindi di semplificare e centralizzare sono gli imperativi per restare competitivi rispetto ai concorrenti, spesso si infrange contro il muro delle scarse risorse disponibili all’IT.

Dynatrace si pone, quindi, come una piattaforma di software intelligence all-in-one che semplifica la complessità del cloud aziendale e accelera la trasformazione digitale. Al centro della soluzione c’è Davis, il motore di intelligenza artificiale che fornisce risposte chiare sulle prestazioni delle applicazioni, sull’infrastruttura sottostante e sull’esperienza d’uso degli utenti finali, e che permette di automatizzare numerosi processi che drenano risorse ai gruppi operativi.

Non potevamo che essere noi i migliori a supportare questo tipo di tecnologia che sposa esattamente la nostra politica verso esattamente gli stessi nostri obiettivi finali.

Green Opening Event 12 maggio 2022

Siamo veramente felici di aver aperto le porte di questo luogo, la nostra casa, per farci conoscere ancora meglio dai nostri clienti e da tutti coloro che lavorano con noi.

Questa nuova sede verrà riempita di passioni,risate e chiacchiere di quelle persone che lo abitano e che lo vivono.

Rimettere al centro il contatto umano, dal grande cliente al piccolo fornitore, prestando attenzione all’ecosostenibilità.

Questo l’obiettivo del #GreenOpeningEvent del #12maggio, il primo evento nella nuova sede di #SMI. 

#NoiSiamoLaSMI

Amplifior: sboccia in primavera nel campo del Servizio Assistenza, dove si mette all’ascolto dei clienti con pazienza e attenzione.

Maggio. Il reparto Servizio Assistenza si riempie di colori, profumi e magia allo sbocciare del fiore, che nasce dall’ascolto e dall’aiuto del nostro Team.

Qui, ogni giorno, i nostri collaboratori sostengono i nostri clienti fornendo nutrimento a questo fiore della famiglia delle Araliacee.

I petali si aprono a ogni parola recitata dal nostro Team, che fornisce supporto alle infrastrutture IT aziendali dei nostri clienti, permette di implementare e migliorare nuove tecnologie per la sicurezza informatica ed ottimizzare gli investimenti tecnologici grazie ad un aumento della produttività e ad un utilizzo più oculato delle risorse a disposizione. 

Saper ascoltare significa non solo comprendere ciò che i nostri clienti ci stanno dicendo espressamente, ma anche cogliere la comunicazione emotiva sottostante al mero problema.

Avere la capacità di ascoltare permette di porre quelle basi necessarie per instaurare un profondo incontro tra professionisti e clienti, e avviare una migliore comprensione volta alla soluzione.

Ogni parola pronunciata è nutrimento, ogni aiuto fornito fa crescere alti e rigogliosi i nostri fiori.